LA GUERRA DEI MONACI BUDDHISTI SHAOLIN CONTRO

I TAOISTI

Dall'arrivo del Buddismo (Chan) con Bodhidharma al Tempio buddista Shaolìn in Cina, nel VI secolo, si sviluppò la Scuola Shaolin di arti marziali.

I monaci buddisti Shaolin dovettero, in molte occasioni, difendere il tempio dai diversi attacchi esterni, uno dei quali perpetrato contro i Taoisti. Nell'anno 845 d.C. i Taoisti e i Confucionisti insieme, promossero un movimento antibuddista e distrussero 4.600 monasteri, più di 260.000 buddisti furono obbligati ad abbandonare la religione, 40.000 templi vennero distrutti e più di 150.000 monaci furono fatti schiavi. Questo produsse una reazione buddista che fece cosi nascere, la leggenda dei Monaci Buddisti Guerrieri Shaolin. Il buddismo si ricompose e tornò ad attaccare i Taoisti. Tra gli anni 1200 e 1224 i taoisti attaccarono selvaggiamente i monaci buddisti fino a conquistarne il Tempio, per poi perderlo. I Taoisti si resero conto che la loro scuola non poteva competere con quella Shaolin, per questo motivo crearono una Religione Taoista parallela alla scuola filosofica del taoismo. Così si procedette alla sostituzione nel tempio Shaolin dei buddisti, con i nuovi idoli taoisti. Vennero scritti libri sulla vita di Lao Tse dove si presentava il Buddha come una sua reincarnazione: questo costrinse gli stessi buddisti a contrattaccare per riconquistare il tempio. Si scatenò una sanguinosa guerriglia che costrinse i Mongoli, che in quel tempo dominavano la Cina, a intervenire. In quel periodo "convivevano" oltre alle religioni sopra citate, anche la Musulmana e la Cristiana e questo portò l'imperatore della Mongolia a prendere provvedimenti. Nacque un dibattito pacifico tra le varie religioni, soprattutto tra i taoisti e i buddisti. I primi affermavano che Buddha era la reincarnazione di Lao Tse, mentre i secondi replicavano il contrario. Dal dibattito i taoisti uscirono sconfitti in quanto i rappresentanti non erano stati in grado di competere con la sapienza dei buddisti. Lo stesso imperatore mongolo divenne buddista e tale religione si diffuse in tutta la Cina.